Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

La quinta essenza, grado massimo di perfezione, manifesta l’elemento della purezza, incarna e rappresenta la figura dell’angelo.

Questa figura che divenne il simbolo iconico di uno dei più grandi designer italiani degli anni 70, Elio Fiorucci.

In occasione del rilancio del mitico Brand, è giusto fare un piccolo tributo a chi rese democraticamente libera la moda da quel ristretto circuito ‘’Montenapoleonico’’, in cui hot pants e crop top underboobs divenivano la rigorosa divisa delle ragazze Fiorucci.

C’è chi lo conosce per i suoi angioletti, chi per la sua Love Therapy o per le sue provocazioni, ma c’è chi lo definisce un artista, amico dei più grandi artisti della Pop Art, considerandolo un cool hunter ante-social o semplicemente un grande innovatore.

                         

 

‘’È il maestro di tutti noi” diceva Vivienne Westwood.

Elio Fiorucci è storia, inaugurò quest’era nel 1967, anno in cui aprì il suo primo store a Milano, ed è proprio tra queste vetrine, che per la prima volta in Italia vennero esposti i primi bikini, trikini e tanga, suscitando un iniziale scalpore che tramutò in curiosità ed interesse.

’La volgarità non si misura a centimetri di vestito. Siamo nati nudi, il vestito è ipocrisia’’ ci insegna il maestro.

E come poteva un Archangel come me, non ispirarsi all’emblema della provocazione italiana:

        

Il mio outfit è composto da un basco Balenciaga, un crop top a collo alto di Zara, camicia oversize Dolce è Gabbana e corpetto vintage in pizzo, in fine un paio di Jeans a vita alta Trussardi.

Photographer:@alessiagiuffrida

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry