Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
5

Un viso leggermente abbronzato è sempre piacevole a vedersi, non solo perché conferisce un effetto di colorito sano ma anche perché l’abbronzatura dà un tocco particolare a qualsiasi volto. Vediamo insieme quali sono i segreti per applicare nel modo corretto la terra abbronzante.

Come si può dedurre dal nome, la terra abbronzante è il prodotto utile per ottenere un effetto simile a quello dell’abbronzatura naturale, sia del viso, sia del corpo.

COME SI SCEGLIE

  • Esistono terre abbronzanti in polvere libera e terre abbronzanti compatte. La loro formulazione è analoga e deve garantire requisiti come la finezza delle sostanze, la leggerezza, l’adesività, una buona tenuta, una discreta quantità di sostanze madreperlate e una misurata profumazione.
  • La versione più usata e gradita è la polvere compatta. Ha le stesse caratteristiche della cipria (si presenta infatti come una cipria compatta), ma è molto più colorata e contiene in genere microscopiche particelle dorate che danno al prodotto un notevole effetto luminoso. La qualità del prodotto si valuta in base alla miscela legante e alla pressatura.
  • La versione in polvere libera è quella “storica”, detta terra indiana, venduta in piccoli vasetti di coccio. Rispetto alla terra compatta, quella in polvere è più difficile da dosare e quindi da applicare. Va scelta in base al tono epidermico e all’effetto che si vuole ottenere.
  • Evitate quegli effetti antiestetici dovuti all’eccessiva tonalità aranciata, rossiccia, o troppo scura, tipica di alcuni prodotti: anche da lontano si noterà un trucco particolarmente grossolano e innaturale. Meglio evitare anche prodotti troppo perlati o metallizzati.
  • Se desiderate ottenere un effetto scolpente oltre che abbronzante, optate per una terra opaca, facendo sempre attenzione a non scegliere un tono troppo caldo.
  • Per un effetto “bonne mine”, sono in commercio anche tante terre mescolate a blush, tutto in un unico prodotto.

COME SI APPLICA

Per applicare sia la terra compatta, sia quella in polvere libera è necessario l’utilizzo di un grosso pennello in setole, che può essere tondeggiante, piatto o angolato. Quello tondeggiante distribuisce la terra in modo più uniforme e rende più facile sfumare il prodotto, mentre quello angolato è ottimo per scaldare le guance e la mandibola, poiché la sua forma accarezza perfettamente queste zone del viso.

  • Prima di procedere all’utilizzo di una terra abbronzante è bene non eccedere con l’uso di cosmetici idratanti particolarmente oleosi o grassi: risulterebbe infatti assai difficile poter stendere la polvere in modo uniforme e omogeno e la vostra abbronzatura non risulterebbe naturale.
  • Tamponate quindi il viso con un velo di cipria trasparente, per assorbire l’oleosità naturale della pelle o quella della crema e fissare il trucco: in tal modo si eviteranno macchie e si permetterà al pennello e alla terra di scorrere più facilmente, per un effetto abbronzatura perfetto.
  • Con un largo pennello (da passare prima sulla terra e poi da scuotere in aria per eliminare l’eccesso di prodotto), effettuate sulla pelle dei movimenti rotatori e regolari, per consentire al prodotto di distribuirsi in modo uniforme sulle zone interessate.
  • Molto importante è la tecnica di applicazione: la quantità deve essere controllata e limitata e la pressione applicata sul viso deve essere leggera, in modo da evitare accumuli di colore.
  • E’ bene passare il pennello su viso, collo e décolleté e sfumare perfettamente le zone di stacco.
  • Spesso, dovendo tenere gli occhi chiusi mentre si applica la terra abbronzante, la parte sottostante l’occhio non viene colorata. L’espediente da adottare, in questo caso, è quello di colorare la zona in questione con l’aiuto di un pennello a lingua di gatto, passato precedentemente in modo leggero sulla terra abbronzante.
  • Infine, per ottenere un effetto naturale e vellutato è bene nebulizzare sul viso, una volta applicata la terra, dell’acqua termale o uno spray fissante.

 

 

QUANDO SI USA

Si può usare la terra tutte le volte che si ritiene utile dare al viso un tocco di colore.

  • La terra abbronzante è un ottimo rimedio utile anche per attenuare i segni del viso, dovuti a una particolare stanchezza o alla presenza di rughe.
  • Chi ha un viso paffuto deve evitare l’uso di terre abbronzanti troppo madreperlate o metallizzate: le particelle luminescenti infatti, per l’effetto di rifrangenza della luce, rischiano di mettere maggiormente in evidenza la rotondità del viso. Bene invece in questo caso utilizzare terre opache.
  • Se avete la pelle molto chiara, fate attenzione a trovare una terra adatta al vostro incarnato, che non risulti troppo scura.

BOX IL TRUCCO IN PIU’

Per ottenere un trucco che sia credibile, la terra abbronzante va applicata oltre che sul collo anche sul décolleté (se risulta scoperto). La tecnica da seguire è la stessa utilizzata per il viso, ovvero quella di incipriare prima la zona su cui stendere la terra abbronzante. Se il seno fosse messo in risalto da una profonda scollatura, otterrete un piacevole effetto di sensualità applicando una pennellata di terra anche nell’incavo tra i seni.

Per ottenere un effetto abbronzatura verosimile, vale a dire una pelle appena dorata come dopo una giornata passata al sole o all’aria aperta, evitate di applicare una quantità eccessiva di prodotto. E’ meglio stenderne un velo e poi, se necessario, ripetere l’operazione.

 

 

Volete scoprire altri articoli dedicati al makeup? Allora potete leggere…

1) Gli effetti speciali dell’ombretto!

2) Cosmetici economici: come ottenere grandi risultati con piccole spese?

3) Avete fatto le ore piccole? Ecco il make-up adatto a voi

Vi sono stati utili i miei consigli? Fatemelo sapere in un commento…
Un abbraccio,
Diego

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
5