La Cigarette Couture è una tendenza che trae ispirazione dal “divieto di fumare”.

Sembra uno slogan ma, in realtà, è una campagna di sensibilizzazione contro gli effetti dannosi del fumo.

Questa tendenza trova suo largo sfogo nel mondo della moda e dell’arte.

Il promotore è stato Moschino che, nella collezione Fashion Kills del 2016,  ha utilizzato il layout del  packaging di una nota marca di sigarette come elemento base per lo stile e la grafica dei suoi abiti; ma anche gli elementi legati al fumo come i fiammiferi etc.

Diversamente l’arte utilizza i mozziconi delle sigarette per creare opere, sculture, composizioni e addirittura il materiale dei filtri per reinventare dei peluches, di certo non adatti ai bambini.

Ph by Fallon Roberta                              Simon Griffitis                                   Tom Deininger

Io interpreto questa tendenza con una contrapposizione ispirata a mia zia Stefania, ovvero una donna che usa la mascherina chirurgica per evitare di respirare le polveri sottili cittadine ma, alcontempo, ci fuma attraverso come se questa la schermasse dalle conseguenze legate a questo vizio.

Allego a questo articolo un video delle mitiche Lady Gaga feat. Beyoncè “Telephone” 2010 dove, la Gaga, indossa un paio di occhiali ricoperti di sigarette fumanti.

E ricordatevi….il fumo nuove gravemente alla salute !!!

A proposito dell'autore

Alessandra Dini , Total Look Maker , attualmente docente Make-up Artist presso Academia BSI di Diego Dalla Palma. Dopo un percorso di studi presso L’Università degli Studi di Firenze si Laurea in Cultura e Stilismo della Moda nel 2008 e successivamente si specializza in make-up. Inizia il suo percorso professionale nel 2005 passando dal teatro alla cosmetica ,dalla televisione alla moda; concretizzando il suo stile personale dettato dall’amore per l’arte e per la cultura goth rock giapponese. Un’artista irriverente e visionaria che proietta la cultura storica universale in una visone futurista.

Post correlati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: