Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
1

La bandana non è poi chissà cosa. Un leggero pezzo di stoffa delle dimensioni di un avambraccio circa. È una cosetta che non dà indicazioni sul possibile uso che si potrebbe farne. Non ci sono bottoni a chiuderla, né cuciture che ne indicano il verso. È bidimensionale e senza forma, finché non la arrotoli attorno alla fronte, la annodi al collo o la sistemi sui capelli. È un qualcosa che racchiude in sé infinite possibilità.

Basta pensare all’origine di questo accessorio, per farci un idea di quante generazioni sono state accomunate dall’amore verso questo oggetto, che spopolò tra gli anni 40\50, grazie alle donne simbolo di questo periodo; le PinUp, considerate le bambole viventi; seno prosperoso, vita piccola e fianchi larghi, questi erano i canoni estetici di quel periodo.

                                                              

 

Questo accessorio negli anni non fece altro che cavalcare la cresta dell’onda, arrivando fino agli anni 80\90, in cui l’angelo delle rockstar Kurt Cobain, membro della famosa band Nirvana, lo indossava in quasi tutti i concerti.

Un’altro cantante che ne rese il simbolo della propria discografia è Tupac Shakur, rapper di fama mondiale, idolo di migliaia di teenagers dei 90s.

Non posso negare di essere stato anche io ispirato da questi miti delle musica, ed ecco alcuni miei look in cui ho incorporato in diversi modi questo semplice accessorio ma di grande valenza.

                   

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
1