Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Oggi, gli stereotipi di genere sono posizioni ormai datate che ci trasciniamo dalle generazioni passate.
Le dimostrazioni di questi stereotipi arcaici sono ancora presenti ovunque nella nostra società, e la pressione di sentirsi, comportarsi e apparire in un certo modo per essere considerati “un uomo” o “una donna” ci opprimono ancora;
tuttavia queste etichette e queste pressioni sono talmente antiquate che stanno iniziando a crollare.
Grande novità è anche tra le passerelle della fashion week, in cui High Fashion Brand hanno esplicitamente dichiarato interesse per il “no gender”.

tumblr_od1lqphioz1rniff7o1_1280

Portatore e icona tra i giovani è Jaden Smith,
che fu il testimonial per la campagna primavera-estate 2016 woman di Louis Vuitton.
Il giovane ragazzo diciassettenne è stato scelto direttamente dal direttore creativo Nicolas Ghesquière e dal fotografo Bruce Weber , per posare insieme a tre modelle con indosso un’enfatiscente gonna dritta contrapposta ad un rigido chiodo in pelle nera.
Lo stesso Smith postò sulle varie piattaforme social il suo pensiero riguardo alla libertà Genderless, affermando che, come la donna indossa tranquillamente un paio di pantaloni, l’uomo è libero di fare altrettanto con una gonna.tumblr_o100f4tnu51ral8aao1_r1_500
L’idea di seguire un personaggio così influente nel campo della moda, per una collezione femminile, suscitò molto interesse, facendo avvicinare e incuriosire moltissimi giovani e non, a quello che viene definito movimento Gender Fluid.
-Cos’è la moda Gender Free? 

E’ una tendenza che ha sempre meno distinzioni tra uomo e donna.

Usando capi, materiali, fantasie, volumi e accessori, indifferentemente per lui e per lei.

Altri grandi brand come Gucci e Burberry hanno presentato per le loro collezioni primavera-estate vari tailleur con stampe fiorate, pizzi e fiocchi per lui, e per lei solo le necessarie differenze di taglio.
Sempre tra le passerelle stanno spopolando giovanissimi modelli androgeni, tra cui la famosa e richiestissima Ruth Bell, che con la sua rasatura a zero è presente in quasi tutte le sfilate di alta moda.
Gucci spring 2016 Menswearunnamed-1
Model: Yannis Vlamos
tumblr_o8s6vex1s31shi03ho1_500

Models: Ruth Bell – Fernanda Ly

La moda torna e cerca di sviluppare l’unisex anni settanta.
Lo stile senza genere ha un grande pioniere, Giorgio Armani, che già a partire da quegli anni ha eseguito questa filosofia
<<Elimino la differenza tra uomo e donna. Ho dato all’uomo la scioltezza e la morbidezza della donna e alla donna l’eleganza e il comfort dell’uomo.>>

 

Julian Cerro.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry